Ricerca avanzata
Salvatore Sparavigna
Telefono: 3389467629
Email: a

Giornalista, Fotografo, Videomaker.

Nato a Torre Annunziata (NA) il 2 giugno 1958.

Nel 1980 comincia a collaborare professionalmente come free-lance fotografo con alcuni quotidiani napoletani. Subito comincia ad allargare le sue collaborazioni affacciandosi al mercato editoriale nazionale e coprendo gli avvenimenti piu' significativi dell'attualità e del costume regionale, propone le sue immagini a varie testate ed agenzie fotografiche nazionali. Nel 1986, capito ormai i meccanismi basilari della produzione fotogiornalistica per l'editoria e l'informazione, crea la FO.R.N.ASS. (FOtografi & Reporters Napoletani ASSociati - www.fornass.com), la prima agenzia napoletana di produzione fotogiornalistica e banca d'immagini del territorio, coordinando così la produzione e le idee di molti altri fotoreporters.

Ben presto le sue foto e quella della sua agenzia, sono presenti con continuità sulle più importanti e prestigiose testate nazionali ed estere. Per molti anni collabora in maniera continuativa al settimanale “L’Espresso” coprendo i più importanti avvenimenti del meridione. Negli anni novanta comincia a proporsi con reportages fotografici a più ampio respiro e qualità ed è subito notato da Franco Léfèvre, mitico Pictur Editor de Il Venerdì della Repubblica, il primo magazine italiano dedicato a grandi reportages fotografici di qualità , con il quale firma alcuni tra i più importanti fotoreportages di quegli anni. Si apre così ad una collaborazione con alcuni settimanali e mensili europei e, come corrispondente, con alcune Agenzie fotogiornalistiche internazionali.

Nel frattempo, nel 1997 crea il primo magazine napoletano multimediale su internet “Napoli Live Web News”, utilizzando tutte le particolarità che internet cominciava ad offrire a coloro che volevano diversificare un informazione, sino ad allora, predominante sulla carta stampata. Con gli anni e l’esperienza matura una sensibilità alle problematiche della sua attività e per una maggiore tutela della sua professione, diviene socio e promotore di alcune associazioni nazionali professionali di categoria, tra cui il G.A.D.E.F.” (Gruppo Agenzie Distributori E Fotoreporters – www.gadef.com).

Oltre ad una attività fotogiornalistica, cura con particolare interesse un suo aspetto artistico, esponendo, con mostre e collettive, alcune sue idee e progetti. Fin dall’inizio della sua attività , infatti, nutre un particolare interesse nel documentare le condizioni di disagio e di rischio dei minori a Napoli, raccogliendo un’importante documentazione sull’evolversi della delinquenza minorile. Inoltre, nel 1984 è invitato, a Barcellona, come unico artista italiano, alla prima rassegna di “Tendencias”, festival dei giovani artisti emergenti del Mediterraneo, e le sue immagini in b/n su una nuova Napoli, riportarono recensioni e consensi sulla stampa specializzata.

Dal 1990 al 2005 è impegnato nella ricerca dell’essenza dell’eternità del tempo attraverso la sovrapposizione di facce attuali, cariche di espressività universali, su vestigia dell’antichità e chiamerà questa ricerca “Carne di Piperno”.

Nel Luglio 2005 ha ideato e realizzato il cortometraggio “Jader grida!” (sua opera prima) riportando notevole successo di critica nei concorsi nazionali a cui ha partecipato. Nel 2006 inizia a lavorare su alcuni progetti a New York e nell’aprile del 2007 è chiamato dallo staff del Sindaco M.Bloonberg a rappresentare l’Italia nella Settimana Culturale dell’Immigrazione a NYC, con la mostra “Faces of ItaliaNY (www.facesofitalia.net), prima di una lunga serie di un progetto che lo vedrà in giro per il mondo tra le comunità Italiane.

Da alcuni anni, inoltre, è l’ideatore del progetto internazionale “Le pose del caffè a…” (www.leposedelcaffe.org) che lo vede realizzare dei ritratti a noti personaggi con la mitica “tazzulella” di caffè in mano, mentre si esprimono su tematiche particolari. Dal 2008 è impegnato in una ricerca fotografica in b/n sul colore nero e alla realizzazione a New York, di un documentario sulla schiavitù dei bambini.

Nel 2009 si dedica esclusivamente alla produzione di video news e cortometraggi realizzando tra l’altro “A camorra…song io?”(www.acamorrasongio.it), uno spaccato crudo della società napoletana che evidenzia quanta indifferenza e connivenza è presente in ognuno di noi. A cavollo tra i 2009 ed il 2010 ha realizzando il progetto “Se la mia strada fosse stata un'altra?” (www.lamiastrada.it) dove con un set di tipo cinematografico trasforma noti personaggi napoletani in “clochard” per evidenziare, fotografandoli, che dietro ai senza fissa dimora ci sono esseri umani con le loro storie e i loro drammi.

Nell’Aprile 2010 fonda e dirige la webTv sociale “La mia strada TV” (www.lamiastrada.tv), la prima webTv nel sud Italia dedicata agli esclusi, agli emarginati, agli ultimi e a chi voce non ha.

Questo sito utilizza cookie di profilazione (propri o di altri siti) per ottimizzare la tua esperienza online. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le tue preferenze relative ai cookie, autorizzi l'uso dei cookie da parte nostra.
Apri il menu