Ricerca avanzata
Buone Pratiche
Chi è a rischio
Cultura
I Fatti
I Fatti » Attualità » (Mal)AFFARE
Il SISTEMA oplontino della lettera C
C come Corruzione, Clientelismo, inCompetenza, Collusione, Credulità, Cu…..!
09/08/2017
2527

La mia intenzione, fortemente diretta a collaborare per l’individuazione delle responsabilità che hanno prodotto IL CROLLO del palazzo a Torre Annunziata, nonché la morte di vittime giovani ed innocenti, mi porta a esprimere alcuni elementi fondamentali per l’esistenza e l’individuazione della famosa RESPONSABILITA’.

Per me infatti è importante aiutare e far capire agli addetti ai lavori, quella che è una verità, partendo anche da lontano.

Nell’Ordinamento Comunale è previsto il PERSONALE, ovvero i dipendenti.

Gli stessi vengono suddivisi in “Qualifiche di appartenenza giuridica ed economica” così come stabilito nell’ultimo contratto nazionale esecutivo. Ad ogni qualifica corrisponde una lettera identificativa: A – B- C- D – D3.

Le D e D3 indicano i Funzionari e i Dirigenti e le lettere A fino alle lettere C, indicano gli ESECUTIVI di vario grado, ma sempre e solamente ESECUTIVI: ovvero A e B operai, manovalanza, operatori, e la C esclusivamente GLI ISTRUTTORI, ovvero coloro che istruiscono la pratica a secondo del servizio a cui appartengono, senza potere decisionale ma ESEGUENDO PEDISSEQUAMENTE quello che viene richiesto dal Funzionario, dal Funzionario Caposervizio con P.O. o dal Dirigente.

LO RIPETO: al dipendente con la qualifica C, istruttore Amministrativo o contabile o tecnico, NON SPETTA ALCUNA DECISIONE e soprattutto NON SPETTA ALCUNA ATTIVITA’ DI FUNZIONE O DIRIGENZA. 

Nel Comune di Torre Annunziata esiste da sempre il “SISTEMA DELLA LETTERA C”, ovvero ISTRUTTORI che esplicano l’attività di FUNZIONARI o addirittura di DIRIGENTI FACENTI FUNZIONI, anche senza nomina sindacale specifica! 

Vi sono infatti molti dipendenti – soprattutto nell’ufficio tecnico – che pur essendo della qualifica giuridica ed economica lettera C, svolgono mansioni di gran lunga superiori alla loro qualifica.

Vi sono infatti, nell’ufficio Tecnico, i dipendenti Pasquale Caraviello, Scarpa, Di Donna (ed il defunto Giacomo Cuccurullo), etc etc, che svolgono attività di Funzionario PUR NON ESSENDO TALI e addirittura provvedono ad attività di progettazione, di Direttore dei lavori, etc etc. mentre la loro dovrebbe essere una semplice attività di ISTRUTTORIA E ASSISTENZA, così come ci sono dipendenti che pur non svolgendo attività di pseudo funzionario, hanno incarichi di clientelismo politico, come Popolo ed altro.

Questo “SISTEMA” che accompagna l’altro SISTEMA definito MOSE da Cantone, è soprattutto caldeggiato dall’Amministrazione Comunale, in particolare dal Sindaco e dall’assessore al personale che consentono ai falsi funzionari di rimanere tali, anche a GARANZIA dei LORO “clienti politici” o di aumentare il loro reddito di posizione.

Nessuno degli ingegneri che precedentemente lavoravano presso l’Ente come Ingegneri (De Stefano, Barra, etc.) sono stati adeguatamente sostituiti PROPRIO PER FAVORIRE IL SISTEMA STARITIANO “C”.

Cusano, Orrico, D’Alessio e Ariano (Ing) sono quei Dirigenti di COPERTURA per la C funzionari, nominati direttamente dal Sindaco per favorire il SISTEMA. 

Peraltro, arrecano grave danno erariale all’Ente, perché il dipendente, una volta andato in pensione, chiederà il risarcimento all’Ente che attraverso i suoi amministratori ha acconsentito allo stesso lo svolgimento di funzioni superiori a quelle derivanti dalla propria qualifica di appartenenza.

Addirittura, l’Ispettorato della Funzione Pubblica, opportunamente ascoltato, ha dichiarato con testimonianza scritta, di aver avvisato con dovizia di particolari, l’ex Assessore al Personale Fausta Cirillo, che non era possibile utilizzare dipendenti in mansioni superiore a quella della qualifica di pertinenza, e ciò in occasione della corrispondenza che la predetta ha avuto per “ALLONTANARE” il dipendente POSTIGLIONE, comandante della Polizia Municipale in mobilità.

La stessa, peraltro, non solo come Assessore al personale, ma come Assessore al Contenzioso e alla Trasparenza e all’Anticorruzione, ha consentito che per alcuni anni, l’attività di avvocato del Comune, fosse svolta da un dipendente SENZA TITOLI, come Rino Santoro, considerato nella Pianta organica dell’Ente, con la qualifica giuridica ed economica “C Istruttore Amministrativo”, con il semplice diploma della licenza liceale.

Anche in precedenza, come assessore al contenzioso, ha favorito anche l’avvocato Cacace a cui è stato attribuito un lauto e clientelare risarcimento, pare di 200.000 euro.

Quest’ultimo esempio, fa capire come anche il defunto geometra Cuccurullo, mai ufficialmente e giuridicamente individuato come architetto, fosse un semplice ISTRUTTORE TECNICO con qualifica giuridico economica C, quindi NON UN FUNZIONARIO.

Ebbene, lo stesso E’ STATO UTILIZZATO solamente per funzioni che caratterizzano la qualifica superiore D che lui non possedeva.

Addirittura è rimasto per anni L’UNICO RESPONSABILE DELL’EDILIZIA PRIVATA nella Pianta Organica coperta nel Comune di Torre Annunziata, con un pseudo Dirigente agli ordini del Sindaco e dell’Assessore al personale.

Il mancato riconoscimento di Funzionario, fa si che tutta la sua attività svolta, necessita di controllo e di verifica in quanto, sicuramente non di competenza del dipendente, ma portato a termine dallo stesso. 

L’Istruttore Tecnico de quo, è stato ISTRUTTORE e poi FUNZIONARIO CONTROLLATO e anche  - all’occorrenza, DIRIGENTE CONTROLLORE: infatti sono conservati agli atti molti documenti di attività, con firma da Dirigente.

 E nel palazzo crollato, di cui era condomino, amico di condomini - anche nel lavoro – e che osservava DE VISU i lavori eseguiti ogni giorno (nel suo palazzo) e avrebbe dovuto aver GIA ESAMINATO I DOCUMENTI NECESSARI E PREVENTIVI all’inizio dei lavori, non avrebbe dovuto essere il primo a capire l’andamento dei lavori per evitare il crollo?

Essendo anche l’UNICO ED IL PRIMO RESPONSABILE DELL’EDILIZIA PRIVATA del Comune di Torre Annunziata, sempre con il permesso del Sindaco e dell’Assessore al personale che “CONTROLLANO” lo STATUS dei dipendenti del Comune.

Questa UNICITA’ di RESPONSABILITA’ – cha appare a tutti ovunque e dappertutto – suffragata da documenti di 30 anni e più di attività, è una descrizione OGGETTIVA ed INCONFUTABILE, pertanto è completamente in errore chi va contro questa verità, che viene così dettagliatamente comunicata sia per favorire i tecnici della Procura e sia per favorire i VIVI affinché prendano le loro precauzioni ma soprattutto per i MORTI che invocano giustizia.

Salvatore Sparavigna

Galleria fotografica

di Salvatore Sparavigna
Questo sito utilizza cookie di profilazione (propri o di altri siti) per ottimizzare la tua esperienza online. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le tue preferenze relative ai cookie, autorizzi l'uso dei cookie da parte nostra.
Apri il menu