Ricerca avanzata
Buone Pratiche
Chi è a rischio
Cultura
I Fatti
I Fatti » Attualità » (Mal)AFFARE
Caro Giancarlo, a Fortapache si continuano ad aggredire i giornalisti.
Ancora un tentativo di mettere il bavaglio, con un'aggressione verbale e fisica, al videogiornalista Salvatore Sparavigna, e questa volta è opera di un Consigliere Comunale.
29/02/2016
5820

Dopo un usciere del Municipio che, qualche anno fa mi aggredì per aver parcheggiato la mia bicicletta con la ruota leggermente sulle strisce del parcheggio riservato al sindaco, dopo che un Vigile Urbano da me sorpreso all'ufficio Postale a pagarsi le sue utenze o un altro a bighellonare e a leggere il giornale in un bar, che tenta poi di intrufolarsi nella mia auto mentre lo sto riprendendo, per strapparmi la telecamera dalle mani, dopo tanto ma tanto altro ancora, oggi 29 febbraio 2016, tocca ad uno "storico" consigliere Comunale di Torre Annunziata che dopo aver tentato di rompermi a telecamera, tra insulti, offese e calunnie, vuole aggredirmi anche fisicamente.

E’ accaduto stasera 29 febbraio 2016 nell’androne della sede Comunale di Torre Annunziata, dopo la seduta del Consiglio Comunale tenutasi esclusivamente sul tema “lavoro e disoccupazione”, addirittura in maniera spavalda in presenza di numerose persone ed impiegati vari, come lo si può riscontrare dalle immagini che documentano SENZA TAGLI tutto l'accaduto.

Non voglio esprimermi sull’aspetto penale del comportamento poiché lascerò che lo faccia chi è deputato a ciò dopo che avrò presentato regolare denuncia-querela alle Forze dell’Ordine, ma qualcosa voglio dirla anche perché va ben oltre l’atteggiamento di chi, forse, con la violenza e la sopraffazione verbale e fisica è abituato a rispondere a domande o a reagire quando gli si unta una telecamera.

Ricordo infatti che anche un’assessora alla “trasparenza”, cercò qualche annetto fa, con gestacci, di oscurare la mia telecamera sfuggendo contemporaneamente ad un mio mio tentativo di ricevere risposte su documenti mancanti nel sito istituzionale, ponendole qualche domanda a cui lei - assessora alla trasparenza - rifiutò categoricamente di rispondere.

Ma non è questo il problema anche perché oramai, da tempo, sono in molti a non voler rispondere alle mie domande e se pensate che improvvisamente, qualche anno fa, decisero, sotto l’acuta regia del sindaco, di non inviarmi più né comunicati stampa e nemmeno invitarmi alle loro Conferenze Stampa, vi lascio immaginare quelle spirito e quale atmosfera trovo qui a Fortapache quando decido di approfondire giornalisticamente qualche argomento.

Non dimenticate che addirittura il Sindaco, non molto tempo fa, ha scomodato la propria (ex - ex) Giunta, convocandola d’urgenza (sollecitato anche dalla sua fedelissima assessora alla trasparenza) affinché si deliberasse di dare incarico ad un avvocato affiìnché “valutasse” se il sottoscritto, nei suoi scritti, avesse commesso reato di calunnia e/o diffamazione.

Avvocato il sindaco, avvocato l’assessora, altri avvocati in giunta (all’epoca) e nessuno ha le palle di esprimere qualcosa di certo nemmeno nella loro materia. Che si vergognassero.

E logicamente, l'avvocato sarà pagato dai cittadini anche se dovrà difendere il sindaco!

Non è facile, qui a Torre Annunziata, offrire una corretta informazione e nello specifico, offrirla video e testuale, anzi! 

Spesso, se non  sempre, sono proprio coloro che dovrebbero facilitarmi nello svolgimento delle mie mansioni professionali ad ostacolarmi se non addirittura a creare quei presupposti affinché io abbia mille difficoltà a volte anche che richiedono coraggio ed intraprendenza per poterle arginate o superate.

E’ una città che della corruzione - non solo nelle istituzioni - ne ha fatto quella “mala pianta” attorno alla quale si è innervata molta parte della sua matrice sociale, distruggendo quella umanità e quella cultura che pure poteva essere il fiore all’occhiello di questa città e produrre lavoro e benessere affinché tutta l’Italia poteva beneficiare, se fosse stata guidata con onestà e competenza così che oggi sarebbe stata la capitale della “bellezza”.

Oggi è il covo di incapaci, corrotti e corruttori, coperti da una massoneria che s’intreccia con la mala politica che da Roma si estende in tutta Italia e, lo ricordo concludendo, l'ANAC di Raffaele Cantone, grazie al sottoscritto, ha già inviato ben tre comunicazioni in soli pochi mesi, al Segretario Generale responsabile della Trasparenza e dell'Anticorruzione e al Sindaco.

Salvatore Sparavigna

 

di Salvatore Sparavigna
 Vedi i video servizi correlati (5) > 

Sono stato aggredito, minacciato ed offeso, dopo la seduta del Consiglio Comunale di Torre Annunziata, tenutasi questa...

Pubblicato da Salvatore Sparavigna su Lunedì 29 febbraio 2016
Questo sito utilizza cookie di profilazione (propri o di altri siti) per ottimizzare la tua esperienza online. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le tue preferenze relative ai cookie, autorizzi l'uso dei cookie da parte nostra.
Apri il menu