Ricerca avanzata
Buone Pratiche
Chi è a rischio
Cultura
I Fatti
Cultura » Vivere meglio » viaggi AMO il mondo
Cosa, e dove, mangiare in Russia
20/04/2017
422

La Russia è una nazione veramente sorprendente: ha mille differenti risorse e altrettanti assi nella manica, capaci di incantare e stupire i suoi visitatori: il cibo è uno di questi.
Si mangia bene in pratica dovunque, dallo street-food ai ristoranti, senza dimenticare la qualità di pasticcerie e panetterie.
Il tè sembrerebbe un'esclusiva inglese, invece anche il popolo russo ne fa un grande uso: servito nel caratteristico samovar, si beve ad ogni ora del giorno. Sorseggiatelo in una delle tantissime pasticcerie lungo le vie del centro, dove la qualità dei dolci è sempre di livello più che discreto.
Vi consiglio di provarne una proprio sulla Prospettiva Nevskij, la strada principale, purtroppo me ne sfugge il nome (l'alfabeto cirillico non aiuta di certo la memoria) ma la noterete subito: è ospitata in un bellissimo palazzo e ha molti addobbi sulla vetrina. E' una delle più occidentali che si può trovare in città, ma la qualità dei prodotti è alta e il posto veramente carino(vende anche altri tipi di leccornie del posto). Poi, lungo le stradine secondarie che affluiscono sulla Nevskij, troverete piccole pasticcerie tipiche per tutti i gusti e tutte le tasche.
Superato il capitolo dolci, vi elenco, di seguito, alcuni tra i piatti tipici che vale la pena di assaggiare almeno una volta:
-bliny: simili alle nostre crepes, fatti con un impasto di uova, farina e sale. I Russi le mangiano in qualsiasi varietà, ci spalmano sopra cioccolata, marmellata ecc ecc... o le riempiono di ogni ben di Dio;
-oladi: potrebbero sembrare dei bliny, ma sono più alti e piccoli, si accompagnano con ingredienti dolci;
-borsh: a mio personale parere, la vera regina della tradizione culinaria russa, è una zuppa a base di barbabietole. A seconda della ricetta, vi troverete accostati tanti altri ingredienti, imperdibile il fiocco di panna da scioglierci dentro. Uno dei miei piatti preferiti!;
-pelmeni: una sorta di incrocio tra i nostri ravioli e i pierogi polacchi; la sfoglia è molto sottile e vengono farciti con ogni tipo di carne;
-carne alla Stroganoff: una delle ricette russe più esportate nel resto del mondo; carne tagliata a strisce e cotta in una sicuramente non dietetica salsa a base di cipolle, panna e pomodoro;
-insalata Olivier: questa sono sicura che la conoscete tutti, credo sia inutile fornirvene una descrizione: è la nostra insalata russa!;
-coulibiac di salmone: vari contorni accompagnano questo salmone ricoperto da una specie di pasta per brioche; troverete spesso questo tipo di copertura in crosta, di diversi tipi di pasta e avvolta intorno ad ogni genere di prelibatezza.
Insomma, è chiaro credo a tutti che la cucina russa è abbastanza varia e ha un gusto ottimo, provatela e non ve ne pentirete!
Io, durante il mio soggiorno, ho mangiato in ogni tipo di ristorante (anche i prezzi non elevatissimi aiuteranno il vostro bisogno di calorie) e raramente sono rimasta delusa.
Vi volevo lasciare alcuni consigli su un paio di posti da non mancare:
-Teremok, può sembrare azzardato consigliare una catena di fast-food, ma vi assicuro che mangiare qui vale veramente la pena. E' un fast-food di cucina tipica russa, a San Pietroburgo ne troverete ad ogni angolo (non ricordo di averne visti, invece, a Mosca). Serve bliny farciti in qualsiasi modo, oltre ad un'infinita varietà di zuppe. Non mancano, poi, altri piatti locali. E' l'ideale per i pranzi veloci, durante le vostre lunghe passeggiate alla scoperta delle bellezze russe (in particolare pietroburghesi, in questo caso), senza rinunciare alla qualità e contenendo i costi;
-ristorante Dostoyevskiy: ho cenato in molti ristoranti ma, purtroppo, essendo passato un bel po' di tempo dalla mia avventura in terra russa, ricordo i nomi di pochi: questo è uno di quei pochi. Si trova su una strada che, in un paio di minuti, dà sulla Nevskij, ed è un ristornate veramente di classe, ha una sala molto elegante e si mangia divinamente(ho mangiato qui, le zuppe più buone di tutta la mia vita!).
Un'ultima cosa: vi consiglio di assaggiare la cucina dei ristoranti georgiani: in Russia ce ne sono tanti e tutti cucinano benissimo (in uno, addirittura, ho ordinato il pane georgiano (almeno così mi pare di aver capito si chiamasse) e mi hanno portato una vera e propria pizza con il cornicione ripieno che, non scherzo!, avrebbe potuto competere senza problemi con quella di Napoli)!
Che altro dire: mano alla forchetta e...buon appetito!

Francesco Scardone


Galleria fotografica

di Francesco Scardone
Inviato: Francesco Scardone
Redattore: Francesco Scardone
Videoreporter: Francesco Scardone
Montatore: Francesco Scardone
Questo sito utilizza cookie di profilazione (propri o di altri siti) per ottimizzare la tua esperienza online. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le tue preferenze relative ai cookie, autorizzi l'uso dei cookie da parte nostra.
Apri il menu