Ricerca avanzata
Buone Pratiche
Chi è a rischio
Cultura
I Fatti
Cultura » Vivere meglio » viaggi AMO il mondo
Cosa vedere a Bratislava
30/09/2016
326

La capitale della Slovacchia è la città dell'Europa dell'Est che meno mi ha colpito. Non venite qui sperando di ritrovare le atmosfere di Budapest, Cracovia, Bucarest o Varsavia: rimarrete delusi!
Io ci sono stato diversi giorni durante un bellissimo tour tra Budapest, Vienna e, appunto, Bratislava, di cui vi parlerò a breve.
La piccola città slovacca, seppur non bella, ha, però, il grande vantaggio di trovarsi vicinissima a molte città stupende (dista appena un'ora di treno da Vienna), quindi può essere un punto di partenza o di arrivo da tenere in considerazione per viaggi con diverse mete; inoltre, l'aeroporto cittadino è servito da alcune compagnie low cost (in primis la Ryan-air) che hanno prezzi vantaggiosissimi per i voli da e per l'Italia.
Sulla città in sé, c'è veramente poco da dire: il centro storico (“starè mesto”,cioè città vecchia) è molto raccolto, tenuto con una sufficiente cura.
Sulla strada principale ci sono alcuni bei palazzi antichi ben conservati, la piazza maggiormente degna di nota è senza dubbio Hlavne Namestie, dove troverete caratteristici mercatini e bancarelle di souvenir: carina.
Delle quattro porte che un tempo garantivano l'accesso alla città, oggi ne rimane solo una, la Porta di San Michele, in pieno centro storico, potete anche salirci per dare un'occhiata al panorama: non proprio un'esperienza fondamentale.
A piazza Hviezdoslav, invece, trascorrerete rilassanti pomeriggi, ammirando la bella facciata del Teatro Nazionale o prendendo parte a una partita sulla gigantesca scacchiera qui installata.
Concedete un paio di ore anche alla visita dal Castello. Domina dall'alto la città, visibile da ogni punto, e lo raggiungerete con una passeggiata di circa mezz'ora. L'ingresso costa pochi euro, non che ci sia molto da vedere. E' stato da poco ristrutturato e ha subito molteplici incendi, quindi sono pochissime le tracce delle antiche sembianze.
Se proprio non potete farne a meno, ci sono, inoltre, un paio di chiese che possono meritare una breve capatina: la cattedrale di San Martino, la più grande della città, e la chiesa blu, con esterni dall'inusuale colore.
Ma sono sicuramente le tante statue in bronzo disseminate lungo le strade e le piazze del centro, i ricordi che con più nostalgia conserverete dentro di voi. Ritraggono personaggi strampalati e simpatici, e vi divertirete a posare in loro compagnia: incontrerete Cumil il guardone, che spia il passeggio dall'apertura di un tombino; il barone di Munchausen, sparato in aria su una palla di cannone; l'indiscreto Paparazzo, e tanti altri: giocate a cercarli nei posti più inaspettati!
Sul Ponte Nuovo, infine, c'è la mega-installazione a forma di ufo che non potrete non notare: è forse la costruzione più alta dell'intera città. Se vi va, saliteci (c'è da pagare un ticket non proprio economico, almeno rispetto agli standard del tenore di vita slovacco) e prendete un drink o mangiate nel ristorante ospitato nell'astronave, dal quale potrete godere del panorama sottostante.
Come già detto, il centro storico è molto piccolo, vi basterà una sola giornata per vedere tutti i monumenti e le attrazioni principali (se avete più giorni da dedicare alla visita, per non annoiarvi, vi consiglio di provare anche il giro turistico nella caratteristiche macchinone rosse che scorrazzano nel centro). Tenete conto, però, che, una volta usciti dal centro, la modesta cura che avete osservato per le strade sarà presto dimenticata: la periferia (ma in realtà basta uscire di poche centinaia di metri dal centro storico) è veramente deprimente, si respira aria di forte disagio e terribile povertà, tutto è abbandonato e cadente: molto triste!
Anche il cibo, nei tanti ristorantini e locali, non è proprio il massimo: molto dozzinale, pesante e, seppur economico, per niente consigliato.
Insomma, vale la pena passare di qui solo se di passaggio, un paio di giorni non vi annoieranno ma restare di più non è consigliabile.
Approfittate della capitale slovacca per programmare avventure di più ampio respiro, tenendola presente per qualche giorno all'insegna del relax.

Francesco Scardone



Galleria fotografica

di Francesco Scardone
Inviato: Francesco Scardone
Redattore: Francesco Scardone
Videoreporter: Francesco Scardone
Montatore: Francesco Scardone
TAG ARTICOLO:
Questo sito utilizza cookie di profilazione (propri o di altri siti) per ottimizzare la tua esperienza online. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le tue preferenze relative ai cookie, autorizzi l'uso dei cookie da parte nostra.
Apri il menu