Ricerca avanzata
Buone Pratiche » Dove si aiuta » Per recuperare un'infanzia a rischio
Da grande voglio essere un poliziotto per sconfiggere questo mondo crudele.
In un tema, la disperazione di un ragazzo "particolare".
31/03/2013
2616
Cosa si può pensare quando un "ragazzo a rischio", a cui hanno ucciso un proprio parente, sogna di diventare poliziotto "affinché possa eliminare questo mondo crudele".
Cosa dobbiamo pensare se nessuno gli tende una mano, lasciandolo solo nel suo "habitat" ostile e sicuramente fuorviante?
E ti viene da pensare alle tante e tante parole che si sprecano da decenni e ai tanti soldi che si spendono (e che si vogliono spendere) per una miriade di progetti "per i minori a rischio".
In effetti siamo noi adulti ad aver messo "a rischio" un'adolescenza ed una genitorialità che non appartengono a questo mondo, a questi adolescenti di cui, forse, a nessuno importa nulla se non nella misura in cui si possono intercettare finanziamenti e fondi per obsoleti progetti laboratoriali di scarsissima efficacia.

di Salvatore Sparavigna
Questo sito utilizza cookie di profilazione (propri o di altri siti) per ottimizzare la tua esperienza online. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le tue preferenze relative ai cookie, autorizzi l'uso dei cookie da parte nostra.
Apri il menu