Ricerca avanzata
Buone Pratiche
Chi è a rischio
Cultura
I Fatti
Cultura » Vivere meglio » viaggi AMO il mondo
Heidelberg: il volto romantico della Germania
10/04/2016
519

Romantica: è questo il primo aggettivo che viene in mente a chi ha la fortuna di visitare Heidelberg.
L'atmosfera magica, i riverberi di luce sul fiume Neckar, i graziosi cafè: questo e molto altro fa di Heidelberg il luogo ideale per una breve, dolce fuga romantica.
La città tedesca ha un centro molto raccolto, tutto visitabile a piedi (a mio parere, un paio di giorni sono l'ideale da trascorrere qui).
Il centro pulsante della vita cittadina è senza dubbio l'Hauptstraße, la lunga via pedonale (una delle più lunghe d'Europa) che rappresenta il cuore di Heidelberg: locali e ristoranti di tutti i tipi, negozi di ogni sorta, bellissimi palazzi antichi-per quanto riguarda quest'ultimo punto, si deve tenere presente che Heidelberg è una delle poche città tedesche a non essere stata bombardata e distrutta durante la Seconda Guerra Mondiale: per questo possiamo ancora apprezzare il suo antico splendore.
Passerete andando su e giù lungo l'Hauptstraße la maggior parte del vostro tempo, curiosando negli stretti vicoletti che vi si affacciano, tra shopping, mangiate e rilassanti soste.
Il monumento che proprio non potrete fare a meno di notare, da qualsiasi lato vi giriate, è il Castello. Il Castello di Heidelberg si trova nella parte più alta della città, è interessante anche perché sono molto evidenti i vari lavori di recupero e di restauro che sono stati fatti durante i secoli, ognuno dei quali ha lasciato la sua impronta indelebile.
Il Castello è circondato da giardini ben tenuti e, al suo interno, sono da ricordare il bel Museo della Farmacia e, nelle cantine, la botte più grande del mondo (almeno qui così dicono)! Il biglietto d'ingresso è di 6 euro, che includono il breve tragitto in funicolare per arrivare su in cima.
Ma Heidelberg è nota soprattutto per la sua università, una delle più antiche e prestigiose di tutta la Germania. E, proprio a proposito dell'università, se passate di qui non dimenticate di visitare un posto più unico che raro: il Carcere degli studenti, dove tantissime sono le tracce e i segni che gli iscritti all'università hanno lasciato durante le loro segregazioni-un luogo veramente insolito e particolare!
Non vi ho ancora parlato della parte più romantica della città: il ponte Alte Brücke, con le sue inconfondibili torri e la sua statua in bronzo della simpatica scimmietta mascotte della città: il posto perfetto dove passeggiare al chiaro di luna. Io ho avuto la fortuna di pernottare in un albergo che affacciava sul ponte: un panorama da brividi!
Chi ama l'architettura sacra non potrà non notare la Chiesa dello Spirito Santo, la più imponente, e la Peterskirche.
Chi, invece, è appassionato di panorami non deve lasciarsi sfuggire il Sentiero dei Filosofi, un'emozionante passeggiata in mezzo al verde che vi restituirà immagini e vedute fantastiche su tutto il centro.
Anche l'offerta museale cittadina è discreta: io mi limito a segnalarvi il Museo del Palatinato Elettorale.
Insomma, un paio di giorni ad Heidelberg sono da provare, oltre che per le qualità della città anche per la sua vicinanza con tanti altri bei posti.

Francesco Scardone



Galleria fotografica

di Francesco Scardone
Inviato: Francesco Scardone
Redattore: Francesco Scardone
Videoreporter: Francesco Scardone
Montatore: Francesco Scardone
TAG ARTICOLO:
Questo sito utilizza cookie di profilazione (propri o di altri siti) per ottimizzare la tua esperienza online. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le tue preferenze relative ai cookie, autorizzi l'uso dei cookie da parte nostra.
Apri il menu