Ricerca avanzata
Buone Pratiche
Chi è a rischio
Cultura
I Fatti
I Fatti » Attualità » (Mal)AFFARE
La COSTELLAZIONE dei RIFIUTI D'ORO sui cieli della CAMPANIA.
I politici seguono la STELLA POLARE per non perdere l'orientamento!
04/10/2016
2797

Per quanto riguarda lo scandalo nel casertano dei rifiuti, appalti e mazzette, sono stati arrestati i vertici dell’Amministrazione Comunale di S. Felice al Cancello e peraltro è stato arrestato anche il “re della monnezza” di Torre del Greco: nell’ambito dell’inchiesta è stato accertato in particolare un sistema illecito di pesatura dei rifiuti, da parte della ditta “Fratelli Balsamo” di Torre Del Greco, a San Felice al Cancello.

Da notare che già nei mesi precedenti vi era stato lo scandalo della Nettezza Urbano, finito con arresti da parte di amministratori e dirigenti comunali, nel Comune di Maddaloni (CE).


Nel Comune di Ardea, in provincia di Viterbo, ci sono stati anche arresti dei vertici dell’Amministrazione Comunale, sempre per un particolare sistema illecito di pesatura dei rifiuti da parte della ditta "L’igiene urbana Srl"  di Scafati, affidataria del servizio di smaltimento dei rifiuti nel Comune di Ardea.

Alla voce "Nuovo Centro Destra Gioacchino Alfano Caserta", nella rete web, vi sono due video e peraltro vari convegni che vedono non solo  la presenza dello stesso politico, coordinatore del NCD della Campania ma anche del Sindaco di San Felice a Cancello Pasquale De Lucia.

Così come attraverso servizi fotografici riportati sempre in rete, viene raffigurata la “forte amicizia” tra l’ onorevole e i rappresentanti degli Amministratori Locali come Santa Maria La Carità (Vedi link correlato).

In questi Comuni, in particolare Maddaloni e San Felice al Cancello e Ardea, si notano pesanti analogie tra di loro e con le altre gare d’appalto, in varie fasi, degli altri Comuni del territorio Agro-Torrese, dove accanto all’illecito della pesatura dei rifiuti, si notano altre pesanti analogie, tutte illegittime ed irregolari, mai sottoposte a controllo e verifica da parte dei Carabinieri, dei Finanzieri, della Polizia e anche della Procura della Repubblica di Torre Annunziata e di altre sedi.

Sicuramente perché esiste una forte protezione politica del Nuovo Centro Democratico e dei suoi Vertici. Non per niente infatti, l’on. Gioacchino Alfano, ha sentito la necessità di intervenire indirettamente nel TG3 serale del 30 settembre u.s. per dichiarare la sua estraneità ai fatti dei trasferimenti di personale delle Forze dell’Ordine  di San Felice al Cancello, così come è stata acclarata la sua estraneità ai trasferimenti e alle assunzioni irregolari dei dipendenti delle Forze dell’Ordine. Che combinazione!!

Ricordiamo che nel Comune di Santa Maria La Carità, l’Igiene Urbana Srl, ha avuto la proroga di tale servizio per alcuni anni, successivamente con una gara d’appalto fatta a misura della ditta, insieme con l’”AM Tecnology”, è diventata affidataria di un appalto, con un contratto sottoposto a “Condizione Risolutiva", secondo un ” insigne”  parere del Segretario Comunale, in quanto sin dal primo momento dell’affidamento contrattuale, non possedeva (e non possiede) il DURC, documento indispensabile per la stipula del  contratto e per i pagamenti; situazione che rimane sospesa presso il Tribunale di lavoro di Nocera che già ha avviato un primo “rinvio del giudizio”. Ne seguiranno altri??

La situazione dura da circa due anni, in precedenza le proroghe sono durate per un altrettanto periodo.

S. Antonio Abate:
La stessa città di residenza dell’Onorevole nonché natìa degli stessi proprietari della ditte in questione. Vi è sempre la stessa ditta nelle varie forme societarie, attualmente era in proroga perché la Gara d’Appalto precedente è stata annullata sembra in base ai ricorsi tra di loro delle ditte partecipanti.

Questa eterogeneità di cittadine, e questa moltitudine di casi tra loro conformi, dimostra che vi è un unico vertice: l’ANTISTATO formato da COLLETTI BIANCHI, POLITICA e CAMORRA.

Facilmente individuabili se si pensa alla colonna portante politica che esiste nel territorio e che appartiene a una forza politica molto conosciuta nel casertano attraverso l’intervento dei CASALESI.

Se si esaminano inoltre le ditte che partecipano agli appalti in questi comuni, facilmente si incontra la frequenza di ditte di Quarto e del casertano.

Gragnano:
Dopo una proroga di vari anni, sempre alla stessa ditta, si sta preparando il Capitolato Speciale d’Appalto ed il Bando di Gara del NUOVO  Servizio di N.U., anche questo, attraverso i requisiti richiesti nel Capitolato Speciale d’Appalto alla futura Ditta aggiudicataria, è stato cucito interamente sui requisiti posseduti dalla Ditta (personale, possesso sempre della stessa Isola Ecologica a Scafati – somma algebriga del risultato economico di difficile interpretazione, etc etc).

La gara di Appalto è stato affidata alla COMMITTENZA DI TORRE ANNUNZIATA, il cui Presidente di Gara è l’Ing. D’Alessio, nominato DISCREZIONALMENTE dal Sindaco SENZA procedure di selezione,  per altro di Quarto. in maniera che possa essere ASSOGGETTATO alla volontà del SINDACO, sembra sempre con un compenso forfettario - sembra -   del 10% che NON viene pagato dal Comune come giustamente ha dichiarato il Sindaco sul quotidiano Metropolis del 1° ottobre 2016, pag 15.

Castellammare di Stabia: 
E’ stata espletata la gara di Nettezza Urbana, ed il primo in graduatoria risulta Igiene Urbana SRL  insieme con una delle ditte che fanno parte dell’Agenzia, avendo gli stessi, rappresentanti legali  familiari o amici (Società A.M. Tecnology, Luxor, Helios).

Vi è una forte confusione, anche perché in un primo momento l’offerta della ditta in questione è stata ritenuta anomala e la S.U.A (Stazione Unica Appaltante) ha chiesto delucidazioni: può essere che l’Assessore al ramo Balestrieri (funzionario di Polizia) possa trovare una soluzione.

Scafati:
La città sta vivendo una drammatica situazione con DDA e Commissione d’Accesso, attenzionata fortemente è la ditta Helios, sempre dei fratelli ABATESI, sulla quale vi è un’indagine sulla eventuale Corruzione dell’Affidamento alla ditta dell’Isola Ecologica, si pensa illegittimamente autorizzata. Sono in corso vari interventi  anche di natura politica da parte di vari consiglieri comunali, in particolare il Consigliere del PD Grimaldi.

Maiori (Sa):
Esiste una proroga alla ditta IGIENE URBANA Srl da due anni senza che sia stato iniziata la procedura di gara di affidamento. L’ultima effettuata infatti, è stata anche revocata, e la proroga è continuata.  SEMBRA che anche in questo caso, vi siano quei famosi requisiti che hanno agevolato anche l’originario affidamento contrattuale avvenuto circa otto anni fa. L’intera procedura è stata diretta da un imprenditore che ha e aveva i suoi dentellati nell’Amministrazione Comunale. Si è trattato di uno scambio di prestazioni tra le “agevolazioni”, anche fiscali, date alla sua attività e l’affidamento alla ditta in questione.

Ravello ed Amalfi (SA):
Hanno l’affidamento del servizio sempre alla stessa ditta (Igiene Urbana and co.) e vi è la stessa Corruzione nell’Affidamento della Gara d’Appalto (protettore – controprestazioni) dove nel capitolato vengono riportati gli stessi requisiti che favoriscono la ditta in questione e la gestione del servizio viene attuata sempre con la stessa corruzione con lo stesso tramite politico.

Analoga situazione, con le stesse caratteristiche, esiste presso il Comune di Capaccio (SA).

Questo “SISTEMA” creato per lucrare non soltanto la politica, anche attraverso Voti di Scambio, serve anche a lucrare i Colletti Bianchi e la Camorra forse anche attraverso il riciclaggio di denaro sporco.

Nei decreti ministeriali relativi allo scioglimento del Consiglio Comunale di Santa Maria La Carità nel 1992 e, negli anni successivi, di Gragnano, per infiltrazioni malavitose, si indica per primo il clan camorristico di Cesarano di Ponte Persico, nel secondo, l’infiltrazione del Clan De Martino di Castellammare, è presente nei luoghi anche il clan Cesarano, pompe funebri, visibile anche nel Comune di Quarto. 

Il SISTEMA, in questo caso, è tutto riferito ad una ASSOCIAZIONE ANTISTATO, solo a TORRE ANNUNZIATA vi è stato un SISTEMA IN HOUSE che provvede a lucrare direttamente gli interessati, anche in controprestazioni di denaro, vedi per esempio l’occupazione lavorativa che si ottiene o favorendo la malavita (vedi certificati del Casellario Giudiziario) oppure attraverso la controprestazione dello scambio dei voti.

E’ stato possibile realizzarlo, da parte del “nostro”, per l’apprendistato nella MULTISERVIZI, la profonda conoscenza  dei politicanti torresi, ma soprattutto per la grande PROTEZIONE dell’INNOMINATO, verso il quale però, Frà Cristofaro ha già puntato il proprio dito.

COME MAI IN QUESTE PROCEDURE COSI UGUALI PER CORRUZIONE, INTERVIENE SOLO E SOLAMENTE LA PROCURA DI SANTA MARIA CAPUA VETERE?

Forse perché nelle strutture giudiziarie di Torre Annunziata vi è un Magistrato, molto legato ad un politico, che a Santa Maria la Carità ha fatto assumere, discrezionalmente dal Sindaco, un Consulente (inutile) per la Nettezza Urbana

E forse per questo viene caldeggiata la candidatura a Consigliere, presso la Città metropolitana, del Vice Sindaco?

Si spera però nella Procura Antimafia di Salerno.

La protezione non deve intendersi come PARTECIPAZIONE, ma semplicemente come BENEDIZIONE “URBI ED ORBI” che consente sempre la sua massima visibilità e l’appagamento del suo narcisismo.

Una persona, alla fine della vita, rimasta disperatamente sola perché conosciuto da tutti per le sue nefandezze umane, deve credere di avere, almeno a Torre Annunziata, delle risposte che in altre cittadine non ha mai ricevuto e di questo ne approfitta.

Il PUPILLO CONOSCE LE DEBOLEZZE UMANE.

Salvatore Sparavigna

Galleria fotografica

di Salvatore Sparavigna
Questo sito utilizza cookie di profilazione (propri o di altri siti) per ottimizzare la tua esperienza online. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le tue preferenze relative ai cookie, autorizzi l'uso dei cookie da parte nostra.
Apri il menu