Ricerca avanzata
Buone Pratiche
Chi è a rischio
Cultura
I Fatti
Cultura » Vivere meglio » viaggi AMO il mondo
Le 10 cose da fare assolutamente a Mosca
10/05/2017
1627

Comincio subito con la massima sincerità: Mosca non mi è piaciuta molto!
E' una città grigia, quasi spettrale. Si respira ancora troppo fortemente quell'aria di privazione e di controllo massimo che, tanti anni di dittatura, hanno intrinsecamente radicato nel carattere delle genti del luogo.
Il centro ha un'architettura fredda, glaciale, ci si trova un po' a disagio a camminare all'ombra di questi antichi palazzi; le costruzioni moderne, i nuovi grattacieli, poi, rendono la situazione ancora meno rassicurante. In periferia le cose peggiorano; vi faccio un esempio: il mio albergo era situato in un grande viale, molto lungo, quasi sempre deserto, ai alti di questo viale c'erano palazzoni tutti di colore rosso e altissimi, l'albergo era ospitato in uno di questi e, ogni sera, prima di ritrovarlo, lo scambiavo sempre con le altre, identiche costruzioni che lo circondavano: in pratica, un'impresa tornare in camera!
Inoltre, sia nelle zone più periferiche che in alcuni tragitti della metropolitana, il senso di sicurezza vacilla un po'.
Ho passato a Mosca circa una settimana, dopo un lungo periodo a San Pietroburgo; posso dire con sicurezza che il confronto tra le due città non regge lontanamente.
Ma, sia chiaro, le cose non sono poi così tragiche nella capitale russa e ci sono tante cose da vedere anche qui.
Vediamo insieme, quindi, le 10 cose da fare assolutamente prima di andare via da Mosca:
1. Passeggiare nella Piazza Rossa e visitare la caratteristica Cattedrale di San Basilio: la Piazza Rossa è sterminata, vi si affacciano tutti i palazzi più importanti della capitale. A mio parere, ha un mood un po' sinistro e non è il posto ideale dove sentirsi a proprio agio. Si affaccia sulla piazza, tra le altre cose, la bella Cattedrale di San Basilio, con le tipiche cupole a cipolla, l'ingresso costa intorno ai 5 euro, anche se la parte più degna di nota è sicuramente l'esterno (sarò di parte, ma ho preferito la sorella pietroburghese, la Cattedrale del Salvatore sul sangue versato);
2. Sentire il sapore della storia passata e presente nel Cremlino: il Cremlino è una cittadella fortificata, affaccia anch'esso sulla Piazza Rossa. Ospita gli attuali uffici governativi (non sono visitabili), la Cattedrale dell'Assunzione, il Gran Palazzo del Cremlino, antica residenza della famiglia reale, e un museo dove potrete ammirare il mirabolante tesoro degli zar (non potete perdervi le strepitose uova di Fabergé), l'ingresso costa circa 15 euro;
3. Rabbrividire nell'inquietante mausoleo di Lenin: anch'esso situato nell'enorme Piazza Rossa, questo monumento funebre è un incrocio mal riuscito tra il grottesco e l'inquietante. Superati i rigorosi controlli di sicurezza, vi ritroverete a camminare lungo questi bui corridoi (c'è una guardia armata in pratica ad ogni passo che farete), alla fine dei quali arriverete nella sala che ospita la salma del noto leader comunista. Sembrerà assurdo, ma, oltre i turisti, la gente viene qui da ogni parte della Russia come in una sorta di pellegrinaggio; è veramente interessante, poi, se vi capiterà come è successo a me, ascoltare i racconti quasi nostalgici degli anziani (tradotti dai nipoti) e sentire le risposte ironiche dei più giovani;
4. Immergersi nella letteratura russa visitando le case degli scrittori: troverete qui le case di due grandissimi scrittori, Gogol e Tolstoj. La casa di Gogol è ospitata in un museo molto moderno, sono pochi i pezzi originali arrivati fino a noi. Il museo è realizzato molto bene, anche se ha un grosso difetto: le signore preposte alla fruizione dei vari contenuti multimediali non sembravano proprio al passo coi tempi!
La casa di Tolstoj, invece, ha un sapore più antico ed autentico: le stanze sono arredate con cura, con molti pezzi originali, tenute proprio come se ancora, tra quelle mura, la famiglia Tolstoj vivesse la propria vita quotidiana. Interessante la guida che vi metterà a conoscenza dell'uso di ogni stanza e delle abitudini del geniale scrittore; terminerete il giro nell'arioso, verdeggiante giardino;
5. Ammirare i capolavori dell'arte moderna e passata nel museo Puskin: il museo più grande in città, con una collezione veramente sterminata, molto bello anche il palazzo in cui è ospitato;
6. Gustarsi il panorama dalla Cattedrale del Cristo Salvatore: l'ingresso è libero, in questa immensa cattedrale dalle cupole d'oro, che affaccia proprio sulla Moscova, il fiume che attraversa Mosca. Potrete godere, da qui, di un bel panorama sul resto della città;
7. Attraversare tutta Via Arbat: la strada principale di Mosca, piena zeppa di negozi, bar e ristoranti. Ideale per lo shopping e le uscite serali;
8. Vedere almeno uno spettacolo nel magico circo Nikulin: la serata e i momenti più belli passati a Mosca. Un circo a dir poco favoloso, con artisti di livello eccezionale, il più bello a cui mi sia capitato di assistere. Ci sono ticket per tutte le tasche, ma, mi raccomando, se volete essere parsimoniosi con il denaro, non scegliete proprio questa sera per esserlo: prendete i biglietti migliori che riuscite a trovare e non ve ne pentirete;
9. Assistere ad un balletto in uno dei teatri più famosi al mondo: il Bolshoi ha una bellissima facciata e non potete tornare a casa prima di aver assistito ad un balletto;
10. Interrogarsi sull'assurdità della storia e del mondo guardando il mausoleo di Lenin dal gigantesco centro commerciale GUM: ritorniamo nella Piazza Rossa e incappiamo in uno dei tanti paradossi della storia: affacciamoci da una a caso delle tante finestre dell'elegante, mastodontico centro commerciale e diamo un'occhiata alla tomba di Lenin: due mondi a confronto, due diverse ideologie che tanti anni hanno combattuto tra di loro e che ora, manco a farlo a posta, si ritrovano a convivere nella stessa piazza.
Infine, non dimenticate di usare spesso la metro, come a San Pietroburgo, anche qui troverete delle stazioni che sono dei veri gioielli di architettura e pittura; per chi ha tempo, poi, vale la pena anche la visita del bel convento di Novodevichy.
Quindi, concludendo, se proprio dovete scegliere e non avete tempo sufficiente, optate, in terra russa, per San Pietroburgo; se però il tempo non vi manca, passate pure di qui: anche Mosca, dopotutto, seppur con tutti i suoi limiti e la sua atmosfera un po' pesante, ha le sue bellezze da offrire!

Francesco Scardone


Galleria fotografica

di Francesco Scardone
Inviato: Francesco Scardone
Redattore: Francesco Scardone
Videoreporter: Francesco Scardone
Montatore: Francesco Scardone
TAG ARTICOLO:
Questo sito utilizza cookie di profilazione (propri o di altri siti) per ottimizzare la tua esperienza online. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le tue preferenze relative ai cookie, autorizzi l'uso dei cookie da parte nostra.
Apri il menu