Ricerca avanzata
Buone Pratiche
Chi è a rischio
Cultura
I Fatti
Cultura » Vivere meglio » viaggi AMO il mondo
Magica, incantevole e romantica: questa è San Pietroburgo!
30/04/2017
2117

San Pietroburgo: posso dire, con pochi dubbi a riguardo, che la città russa è una delle più belle ed eleganti che abbia mai visto.
Ho passato qui circa un mese (una settimana, però, l'ho dedicata a Mosca), e posso dire di non essermi annoiato un secondo; ogni giorno, passeggiare per queste strade dal fascino unico, mi dava emozioni diverse e sempre intense.
San Pietroburgo è grande e ha tanti monumenti, attrazioni e quartieri fantastici da visitare (ci sono anche tante piccole gite in località vicine che potrete intraprendere da qui, anche di questo vi parlerò in un post dedicato), vediamo un po' di scoprirla insieme!
Non si può cominciare la nostra visita di San Pietroburgo, se non dalla sua strada più famosa: la Prospettiva Nevsky, l'ampissimo viale protagonista di così tanti romanzi e racconti.
Preparatevi a passeggiare in una delle strade più belle del mondo, vi si affacciano palazzi dall'architettura grandiosa, incontrerete piazze di rara bellezza, comincerete a familiarizzare con il nuovo, spiazzante alfabeto.
Il palazzo Stroganov, il ponte Anickov, con le imponenti statue di cavalli e cavalieri, la Cattedrale di Kazan (ispirata a San Pietro), sono solo alcuni esempi dei monumenti e degli scorci che vi ritroverete di fronte attraversando questa strada vivace e sempre affollata ad ogni ora del giorno. Caffè, ristoranti, teatri, romantici affacci sulla Neva: c'è un'opzione per ogni esigenza, una scelta differente per ogni vostro gusto, capriccio.
Altra tappa obbligata e imperdibile è, senza dubbio, il Palazzo d'Inverno, la residenza degli zar che oggi ospita il monumentale museo dell'Ermitage. Vi troverete capolavori di ogni epoca e nazione: Leonardo, Picasso, Van Gogh, Caravaggio, ma solo per citarne qualcuno. Il tutto ospitato in uno dei palazzi più belli ed eleganti dove metterete piede nella vostra intera vita, ogni stanza arredata in modo diverso ma sempre con grandissimo gusto (spesso la vostra attenzione per i capolavori dell'arte pittorica e scultorea verrà distolta da queste sale dagli arredamenti e dallo stile unici).
Perché, poi, non continuare questo tour con un assaggio della turbolenta storia che ha visto protagonista il popolo russo? La fortezza di San Pietro e Paolo farà al caso vostro. Eretta dallo zar Pietro il Grande su una piccola isola, ospita alcuni dei luoghi più interessanti della città. Partite dalla Cattedrale, in stile olandese, dove sono ospitate le sepolture di quasi tutta la famiglia Romanov (avete presente Anastasia?), con un piccolo percorso informativo sulla storia veramente particolare di questa casata tanto tormentata. Ma dedicatevi, poi, alla principale attrazione dell'isola: infatti, questa, veniva usata soprattutto come carcere politico, uno dei più duri e spietati dove scontare la propria prigionia. Vi furono imprigionati Bakunin, il fratello di Lenin, molti leader della rivoluzione e anche lo scrittore Dostoevskij. Visitare queste carceri inquietanti è un'esperienza di grande impatto.
Ci sono anche altre attrazioni sull'isola che scoprirete durante la vostra passeggiata, oltre a tanti musei (carino quello delle torture). E' d'obbligo, prima di andare via, una foto con la statua di Pietro il Grande (Secondo la tradizione locale toccare con un dito il pollice destro della statua porta fortuna)!
San Pietroburgo offre alla vista dei suoi visitatori anche tante, belle chiese. In primis, la Chiesa del Salvatore sul sangue versato, con i caratteristici esterni con le cupole a cipolla e dai colori accesi e vivaci (notevoli anche gli interni).
Passate poi per la Cattedrale di Sant'Isacco, veramente imponente e dal grande impatto, dagli interni sontuosi; salite sulla cupola per un'impagabile panorama sulla città. Nei pressi della cattedrale, poi, rintracciate la bellissima statua del cavaliere di bronzo.
Per gli appassionati della letteratura russa c'è, invece, un interessante giro da poter fare tra le tappe fondamentali della vita di uno dei più grandi scrittori di tutti i tempi, Dostoevskij, che nacque a Mosca e a San Pietroburgo morì.
Troverete la casa-museo dello scrittore, con lo studio dell'insuperato genio conservato ottimamente, e altre curiosità sulla vita di uno dei più grandi protagonisti della letteratura. Per i lettori più incalliti, inoltre, sarà divertentissimo seguire le orme di Raskolnikov, protagonista di uno dei romanzi più noti e belli di Dostoevskij, nei vicoli di Delitto e castigo, e sulle strade e tra i palazzi che ebbero la fortuna di ospitare proprio lo scrittore in carne e ossa.
Anche la tomba di Dostoevkij si trova in città, nel cimitero Tichvin, insieme a tante altre note sepolture della storia pietroburghese (quando arrivate qui, non dimenticate di visitare il monastero di Aleksandr Nevskij, molto carino!).
Tra gli eventi serali, siete tassativamente obbligati ad assistere ad almeno uno spettacolo di balletto. Ci sono tantissimi teatri e avrete solo l'imbarazzo della scelta, i prezzi non sono proibitivi. Scegliete lo spettacolo più in linea con i vostri gusti (io, ad esempio, ho visto “Il lago dei cigni” nel teatro Aleksandrinskij).
Infinita, poi, l'offerta per quel che riguarda i musei: oltre ai già citati, ve ne cito qualcun'altro, ma la scelta è veramente illimitata: il museo di storia naturale, ben fatto, con molti esemplari, anche se non tenuto in maniera impeccabile; il museo delle cere, simpatico e divertente; il piccolo Ermitage; l'Erarta di arte moderna e contemporanea...ecc ecc...
Sembrerà assurdo, ma San Pietroburgo ha tanto da offrirvi anche lungo i tunnel della sua sterminata metropolitana: la maggior parte delle stazioni sono vere e proprie opere d'arte, ognuna con uno stile diverso e tutte dal grande fascino!
Ma sono tante altre le bellezze che potrete scoprire in città: l'incrociatore Aurora; le particolari architetture di una grande moschea e di un tempio buddista; le tenute estive degli zar...e molto molto altro.
Un'ultima cosa: quasi dimenticavo di consigliarvi un giro della città usufruendo dei battelli che attraversano la Neva: esperienza superba e indimenticabile!
E, sembrerò retorica ed esagerata, ma anche il cibo è di qualità altissima e dai sapori divini (ma il capitolo cucina merita spazio a sé in un post a parte).
Insomma, lo avrete capito da soli: io, a San Pietroburgo, ci ho lasciato proprio il cuore!
Spero sia lo stesso per chiunque ci si trovi a passare!

Francesco Scardone


Galleria fotografica

di Francesco Scardone
Inviato: Francesco Scardone
Redattore: Francesco Scardone
Videoreporter: Francesco Scardone
Montatore: Francesco Scardone
TAG ARTICOLO:
Questo sito utilizza cookie di profilazione (propri o di altri siti) per ottimizzare la tua esperienza online. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le tue preferenze relative ai cookie, autorizzi l'uso dei cookie da parte nostra.
Apri il menu