Ricerca avanzata
Buone Pratiche
Chi è a rischio
Cultura
I Fatti
Cultura » Vivere meglio » viaggi AMO il mondo
Matera e il millenario fascino dei sassi
10/06/2017
2434

Non ci sono dubbi: Matera è stata la vera rivelazione dell’estate!
Con la sua affascinante storia e la sua particolarissima bellezza, questo gioiellino della Basilicata lascia letteralmente senza parole.
Matera è stata la prima tappa del mio primo on the road in auto, che mi ha portato dalla Campania fino alla bellissima Valle d’Itria. Di solito preferisco spostarmi con i mezzi pubblici ma, data la breve distanza da Napoli, ho deciso di provare l’esperienza del viaggio in macchina, esperienza che si è rivelata utile (dal momento che sia in Basilicata che in Puglia i mezzi pubblici sono da migliorare e incrementare) ed entusiasmante (i paesaggi lungo il percorso sono incantevoli!).
Sono partito da Napoli, raggiungendo Matera attraverso l’assurda strada statale chiamata “Basentana”, che sconsiglio vivamente di percorrere con il buio (è veramente pericolosa!).
Da Napoli il tragitto, seppur non proprio semplice a causa delle disastrose condizioni in cui versa la strada, è molto breve: in circa 2 ore e mezza, infatti, si arriva a Matera.
Matera è una città che stra-consiglio di visitare: è un luogo di rara bellezza, assolutamente unico nel suo genere.
E’ una della città più antiche del mondo, e quelle strade e quelle mura intrise di storia millenaria colpiscono l’animo in profondità: camminare tra quelle viuzze e piccole case dal colore caldo e intenso è un'esperienza magnifica!
Arrivati a Matera, vi ritroverete in quella che è la Matera nuova, una città molto elegante e ricca di negozi e tipici ristoranti.
Se siete in macchina, qui sono presenti anche diversi parcheggi, tutti molto economici e sicuri. Personalmente ho trovato il parcheggio di Via Lucana molto comodo per raggiungere i famosi Sassi, e la tariffa di 0,50 centesimi all’ora è veramente vantaggiosa.
Dalla città nuova si accede all’antica zona dei Sassi, una vera e propria città con case, chiese e botteghe interamente scavate nella roccia.
Quest’area è stata, fino ai primi anni ’50, il fulcro della civiltà contadina di Matera che viveva in condizioni di forte arretratezza economica e sociale, tale da far etichettare i Sassi come “vergogna italiana”. La legge De Gasperi del ’52 ne impose, infatti, l’abbandono (soprattutto per le precarie condizioni igieniche che vigevano all’interno di queste peculiari abitazioni), ed è solo da pochi anni che questa particolarissima area è divenuta oggetto di un'accurata opera di rivalutazione, che ha permesso agli antichi Sassi di ritornare a vivere.
Innanzitutto, se possibile consiglio di rimanere a Matera 2-3 giorni almeno, dal momento che le cose da visitare non mancano. La città antica è infatti piuttosto grande e, per chi fosse interessato a conoscere nel dettaglio la sua storia, è possibile prenotare una visita guidata dell’intera città.
Matera antica si divide in due nuclei: il Sasso Barisano e i Sasso Caveoso, entrambi interessanti. Il Sasso Barisano è decisamente meno affollato e turistico, ma è proprio qui che ho avuto il piacere di visitare uno dei luoghi più particolari della città, ovvero il Museo della civiltà contadina (ingresso 3 euro) in cui sono riprodotti luoghi e mestieri dell’antica Matera, facendo uso di autentici oggetti e ambienti dell’epoca. Veramente molto suggestivo!
Nel Sasso Caveoso troverete, invece, un maggior numero di ristoranti, botteghe artigianali (tra gli oggetti artigianali più caratteristici ci sono gli sfiziosissimi fischietti, dalle forme e suoni più strani. Io non ho saputo resistere al fascino del fischietto ad acqua, provatelo!) e chiese rupestri e non.
Imperdibili nel Sasso Caveoso sono la Casa-grotta, tipica abitazione dei Sassi, e il bellissimo panorama sul Parco della Murgia, ricco di incredibili sentieri e grotte millenarie.
Di Matera si potrebbe parlare ancora a lungo, ma nessuna descrizione rende giustizia a un tale spettacolo.
Concludo consigliandovi alcuni piatti tipici che ho adorato, ovvero la cialledda e le zuppe di legumi, rigorosamente accompagnate dal noto pane della città, e invitandovi a visitare questo incredibile gioiello italiano.
Matera vi stupirà!

Francesco Scardone


Galleria fotografica

di Francesco Scardone
Inviato: Francesco Scardone
Redattore: Francesco Scardone
Videoreporter: Francesco Scardone
Montatore: Francesco Scardone
TAG ARTICOLO:
Questo sito utilizza cookie di profilazione (propri o di altri siti) per ottimizzare la tua esperienza online. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le tue preferenze relative ai cookie, autorizzi l'uso dei cookie da parte nostra.
Apri il menu