Ricerca avanzata
Buone Pratiche
Chi è a rischio
Cultura
I Fatti
Cultura » Vivere meglio » viaggi AMO il mondo
Sighisoara: la città del conte Dracula!
20/10/2015
2322

Oggi vi parlerò della bellissima Sighisoara: la città del Conte Dracula!
In realtà ad essere nato qui non è, chiaramente, il noto vampiro, ma il meno conosciuto Vlad Tepes, principe di Valacchia, nato nel 1431 e morto nel 1476, le cui gesta hanno ispirato la fantasia del grande Bram Stoker.
Io ho soggiornato in questa splendida città, il cui centro storico è patrimonio dell'Unesco, per un paio di giorni durante il mio tour della Transilvania, di cui vi parlerò a breve qui sul blog.
Sighisoara si trova al centro della Romania ed è facilmente raggiungibile sia in treno (opzione più semplice) che con altri mezzi.
Una volta arrivati in città, vi consiglio di usare i taxi: come in tutta la Romania, i prezzi sono veramente ridicoli, la media di un paio di euro (ma anche meno) totali per ogni corsa.
Il piccolo centro storico è un intricato labirinto di viuzze acciottolate, graziose casette, eleganti facciate e piccole piazze: insomma, un vero e proprio borgo medievale perfettamente conservato!
Tra le cose più carine da vedere, vanno segnalate la Torre dell'orologio, alta 64 metri e con un meccanismo interno che aziona figure di legno in movimento; il non fondamentale ma carino museo delle armi; la casa di Dracula (oggi un carinissimo ristorante); la statua che rende omaggio all'illustre, lugubre cittadino; la chiesa sulla parte più alta della città.
In ogni caso, la cosa più divertente è, senza dubbio, girovagare a caso tra le vie, perdersi nelle tante stradine, restare ammirati davanti ai magici scorci che questa piccola città vi offrirà, in un misto di stupore e paura.
Io ho avuto la fortuna di visitarla, appena arrivato, in una bellissima, fredda sera d'inverno, completamente deserta (tutta la popolazione si era radunata nella chiesa per una funzione), con la neve alta: un'esperienza veramente da brividi!
La parte più inquietante è, sicuramente, la lunga scala di legno al coperto che porta alla parte alta della cittadella, un percorso buio e sinistro che metterà alla prova i cuori più forti.
Veramente suggestivo salire tutti gli scalini e ritrovarsi, poi, poco più tardi, nella piccola chiesetta adiacente al cimitero, dove le persone intonavano canti non propriamente allegri: un'emozione unica!
Ma Sighisoara una visita la vale anche con il sole: certo, perde un poco di fascino magico ma, con la luce, potrete rifarvi meglio gli occhi sui curatissimi palazzi e i bellissimi colori del piccolo centro storico.
Insomma, andate a Sighisoara: un piccolo borgo, lontano dal turismo di massa, che vale la pena di essere conosciuto.

Francesco Scardone


Galleria fotografica

di Francesco Scardone
Inviato: Francesco Scardone
Redattore: Francesco Scardone
Videoreporter: Francesco Scardone
Montatore: Francesco Scardone
Questo sito utilizza cookie di profilazione (propri o di altri siti) per ottimizzare la tua esperienza online. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le tue preferenze relative ai cookie, autorizzi l'uso dei cookie da parte nostra.
Apri il menu