Ricerca avanzata
Buone Pratiche
Chi è a rischio
Cultura
I Fatti
I Fatti » Il territorio negato » Paradossi cittadini
Ultimo viaggio dei piccioni a Fortapache
Una rete che uccide i piccioni al Palazzo Comunale.
18/06/2013
1222

Quale cosa così difficile può essere avere un po' di accortezza in più e far intervenire chi di queste cose se ne intende?

Magari esperti animalisti ambientalisti (non certo consiglieri dell'ultima ora pseudo ambientalisti) e valutare con la dovuta e giusta attenzione e precauzione, la possibilità di spostare uova e nidi, fuori dall'ingabbiamento della rete, così da evitare inutili traumi e frustrazioni sia ai piccioni esistenti che a quelli che nasceranno?

Non so perchè, ma ho pensato a quei popoli oppressi, come il popolo Palestinese, che, da decenni e decenni, "racchiusi" da una "rete" militare tenuta in piedi dagli Israeliani, subiscono un'oppressione indescrivibile. Secondo gli "illuminati" di Palazzo Criscuolo, infatti, è meglio che muoia qualche piccione (come evince dalle immagini) che si spostino, invece, nidi e uova.

Continuo a chiedermi se costoro, ci mettono dell'impegno per "esserci" o sono proprio così come li vediamo e sentiamo, con i loro modi di esprimersi, con il loro modo di andare avanti "appezzottati".

Sta di fatto che non è possibile che si continui a pensare di poter essere amministrati da chi si sveglia una mattina e si inventa un'azione ambientalista quando, probabilmente, se ne frega, poi, sia delle montagne di rifiuti che da mesi e mesi, si vedono in vari punti della città o delle "cacche" dei cani che oramai inondano i nostri marciapiedi.

Questa è una rete che ancora una volta simboleggia non solo la rete mentale che avvolge molti geni di questa amministrazione, ma anche un approccio che, in definitiva, sembra dirci molto di costoro che, come i pescatori, usano lanciare reti per portare a casa "a pescata".

Salvatore Sparavigna


Leggi qui le leggi e le sentenze in merito al trattamento dei piccioni.

di Salvatore Sparavigna
TAG ARTICOLO:
Questo sito utilizza cookie di profilazione (propri o di altri siti) per ottimizzare la tua esperienza online. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le tue preferenze relative ai cookie, autorizzi l'uso dei cookie da parte nostra.
Apri il menu