Ricerca avanzata
Buone Pratiche
Chi è a rischio
Cultura
I Fatti
I Fatti » Attualità » (Mal)AFFARE
Una striscia a te e due strisce a me!
Le strisce pedonali che fanno arricchire “LORO” di Oplonti!
23/04/2016
983

Se vi dicessi che negli ultimi decenni, molte carriere di rampanti, giovani e meno giovani, “avvocatucoli” di provincia si consolidano e si misurano anche sull’effettiva capacità di generare soldi da risarcimenti danni da “ipotetiche” cadute in buche stradali , voi pensereste che stia esagerando?

E se aggiungessi che in questa grossa “macina” che coinvolge anche molti cittadini di Torre Annunziata, ci troviamo anche professionisti che poi rivestono ruoli istituzionali, voi continuereste a non crederci?

Attenzione, badate bene che queste domande non le rivolgo ai concittadini di Torre Annunziata. Nossignore (ci mancherebbe)!

I miei concittadini, anche quelli meno attenti, sanno già tutto e fondamentalmente io non rivelo loro nulla di strano se non solo evidenziare con le immagini e con documenti inconfutabili, ciò che già sanno e conoscono, anche se a volte, in modo leggermente incompleto, proprio perchè venuti a conoscenza solo con il “passaparola”, “l’inciucio”, il “si dice”.

Sanno però benissimo al dettaglio, che l’indotto che alimenta la produzione d’illegalità e corruzione - che poi è il principale “core business” dell’”oplontino e me ne vanto” - è l’unico da decenni che funziona benissimo qui a Torre Annunziata , anche perché la partecipazione e l’orchestrazione è corale e all’unisono, tutti gli ingranaggi funzionano benissimo.

Così accade infatti, quando, ad esempio, nelle sedute di Consiglio Comunale, a proporre di “dare per letti” tutti i punti all’OdG che riguardano ovviamente i “debiti fuori bilancio” (tra cui moltissime sentenze di giudici appellabili o che non hanno addirittura visto la "costituzione di parte" di avvocati del Comune) sono proprio quei consiglieri avvocati che  curano anche pratiche di incidenti stradali.

Ma le somme di danaro che il Comune ha dovuto riconoscere per risarcimenti danni, tra le più “sostanziose” (prendo ad esempio una tra le tante) le ho viste quando “la principessa del foro” ha difeso una cittadina caduta in strada: 30 mila euro allo studio legale che l'ha difesa, 10 mila euro alla cliente!!!!

Questa sua bravura, sicuramente insieme ad altre qualità, fu ben apprezzata da chi le diede  in seguito, una nomina particolare ed importantissima.

Una striscia a te e due strisce a me, appunto!

Salvatore Sparavigna

di Salvatore Sparavigna
Questo sito utilizza cookie di profilazione (propri o di altri siti) per ottimizzare la tua esperienza online. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le tue preferenze relative ai cookie, autorizzi l'uso dei cookie da parte nostra.
Apri il menu